NEWS

SECONDO ANNIVERSARIO DEL TERREMOTO

Giovedì 29 maggio, alle ore 17.00, nella Sala del Sinodo

26/05/2014

Giovedì 29 maggio, alle ore 17.00, nella Sala del Sinodo dell’Episcopio di Ferrara, corso Martiri della Libertà, 77, a cura dell’Ufficio Tecnico Diocesano saranno ricordate le tristi giornate del 20 e 29 maggio 2012, che anche a Ferrara hanno seminato danni incomparabili e causato uno stato di cose dalle quali, nonostante il fervere dei lavori, si stenta ad uscire anche per il verificarsi dell’evento geologico nel pieno di una crisi economica.
Un incontro per rievocare quanto avvenuto, fare conoscere quanto è stato fatto e quanto, purtroppo è ancora molto, resta da fare; per sottolineare il perdurare dell’impazienza di voler tornare alla normalità, di voler chiudere la fase di emergenza che parecchie chiese stanno attraversando, di interrompere il silenzio che ancora regna in esse.
Alle relazioni dell’ing. don Stefano Zanella e del dott. Aniello Zamboni dell’Ufficio Tecnico, rispettivamente sullo stato del patrimonio storico architettonico delle chiese e sui beni storico - artistici, e alle conclusioni di S.E. Mons. Luigi Negri, Arcivescovo di Ferrara-Comacchio, seguirà la visita alla mostra che la necessità ha imposto di allestire nel salone degli stemmi del palazzo vescovile: una mostra eccezionale per l’importanza delle opere e inconsueta per il luogo che le ospita, di certo per la prima volta riservato ad una esposizione.
Nel salone sono accolte opere provenienti dal duomo di Bondeno, dalle chiese terremotate delle Stimmate di via Palestro (Piazza Arioste), di Santa Chiara, di San Domenico ancora interdette alla pubblica fruizione, temporaneamente allogate in Vescovado in attesa che le loro sedi possano tornare alla normalità e accoglierle senza timore di danneggiamenti.