NEWS

PRECISAZIONE IN RELAZIONE ALLA CONFERENZA STAMPA DEL 7 GENNAIO 2014

UFFICIO BENI CULTURALI E ARTE SACRA

09/01/2014

In riferimento alla Conferenza Stampa del 7 gennaio 2014 relativa a promuovere il Corso di Alta Formazione si tiene a precisare, al fine di ovviare ad alcuni possibili fraintendimenti nella comunicazione dei contenuti della conferenza stessa, quanto segue:
L'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio ha intrapreso una collaborazione con l'Università Europea di Roma per promuovere un Corso di Alta Formazione in Recupero dell’Arte Sacra Cristiana e Conservazione del Patrimonio Ecclesiastico colpito dal sisma 2012. Tale corso mira a favorire l’acquisizione delle conoscenze necessarie al restauro e consolidamento di edifici sacri nell’ambito della tradizione cristiana ancor più indispensabili in questo frangente storico, a seguito degli eventi sismici che hanno colpito una gran parte degli edifici sacri presenti sul territorio della Regione Emilia-Romagna. Il Corso è rivolto in particolare a tutti coloro che lavorano nell'ambito del restauro architettonico. La sua durata è annuale, inizierà il 24 gennaio 2014 e si concluderà il 24 aprile 2014, e l’attività formativa corrisponderà a 20 CFU ed impegnerà gli iscritti per non meno di 500 ore di apprendimento ed organizzazione delle competenze professionali, per un totale di 120 ore frontali.
In risposta alla domanda circa la situazione attuale della riapertura delle chiese coinvolte dal sisma, il vicedirettore dell’Ufficio Diocesano per i Beni Culturali e l'Arte Sacra, don Stefano Zanella, ha illustrato il seguente stato delle cose:
"l'iter che è stato intrapreso tra l'Ufficio Sisma della Conferenza Episcopale dell'Emilia-Romagna, la Regione Emilia-Romagna e la Direzione Regionale per i Beni Culturali ha portato all'emanazione di un'ordinanza che ha visto per l'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio l'inserimento di 14 chiese sotto la giurisdizione dell'Ordinario Diocesano e all'interno del cratere sismico: la Chiesa di Coronella, la Chiesa di Pilastri, la Chiesa di Monestirolo, la Chiesa di San Nicolò d'Argenta, la Chiesa di Ospitale di Bondeno, Chiesa del Gesù in Ferrara, Chiesa di Santo Stefano in Ferrara, Il Duomo di Bondeno ed il Campanile, la chiesa di Santa Chiara a Ferrara, l'oratorio di Sant'Antonio a Francolino, la Chiesa di Boara, la Chiesa della Sacra Famiglia e la chiesa di Zerbinate.
Il percorso che ha portato alla formazione di questo elenco è stato il seguente: a luglio del 2012 all'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio era stato chiesto dalla Regione Emilia Romagna di individuare un elenco di edifici di culto danneggiati dal sisma che con un costo inferiore ai 40.000€ (da ritenersi come un primo stralcio d'intervento) consentisse la riapertura degli edifici di culto nel più breve tempo possibile. Questa ipotesi di lavoro iniziale è stata accantonata e con l'ordinanza n. 83 del 5 dicembre 2012 sono stati inseriti i costi complessivi dell'intervento sulle chiese individuate a luglio e sopracitate. Il costo complessivo serviva per un ripristino strutturale o un miglioramento sismico dell'edificio di culto danneggiato dal sisma.
La progettazione e le successive autorizzazioni hanno avuto bisogno di un tempo necessario, sia per valutare i danni all'edificio di culto - non è da nascondere l'inadeguatezza di alcuni progetti presentati dai tecnici incaricati per mancanza di tempo e di materiale informativo - sia per comprendere da parte dell'Arcidiocesi l'iter da intraprendere per ottenere un parere congiunto (Regione e MiBAC) di fattibilità all'intervento sulle chiese.
Ad oggi, 8 gennaio 2014 di questi 14 edifici di culto abbiamo ottenuto l'autorizzazione a procedere coi lavori per 12 edifici. Mancano all'ordine il Duomo di Bondeno e la torre Matildea (campanile) perché la progettazione è partita in ritardo di due mesi rispetto ai restanti 12 edifici.
Non è da nascondere la fatica dell'attesa da parte delle comunità parrocchiali e da parte dell'Arcidiocesi, ma questo tempo è stato utile sia per comprendere meglio l'iter procedurale della progettazione, sia per realizzare un Programma per le opere pubbliche ed i beni culturali ("Piano di Ricostruzione") che è stato promulgato il 30 settembre 2013.
Nel piano annuale 2013-2014 per i beni culturali, sono stati inseriti a contributo i seguenti edifici dell'Arcidiocesi di Ferrara-Comacchio:
N. Ordine
Comune
Bene
Importo a Piano
773
Ferrara
Chiesa di san Bartolomeo Apostolo
€ 610.368,96
2011
Bondeno
Chiesa parrocchiale di S. Giovanni Battista - chiesa con campanile
€ 862.000,00
2016
Bondeno
Chiesa parrocchiale di S. Biagio Vescovo e Martire - chiesa con campanile
€ 266.250,00
2019
Bondeno
Chiesa parrocchiale di S. Pietro apostolo - chiesa con campanile
€ 662.500,00
2021
Bondeno
Chiesa parrocchiale di S. Pietro apostolo - cappella
€ 237.500,00
2023
Bondeno
Santuario della Madonna della Pioppa - Chiesa della Madonna della Pioppa/Santuario della Pioppa - chiesa con campanile
€ 348.817,20
2031
Bondeno
Chiesa parrocchiale della Natività di Maria Vergine.
€ 1.356.000,00
2032
Bondeno
Oratorio di S. Domenico - Chiesa di S. Domenico/del Rosario
€ 443.750,00
2034
Bondeno
Chiesa parrocchiale di S. Antonio da Padova
€ 606.250,00
2040
Ferrara
Chiesa parrocchiale di Santa Maria Nuova e San Biagio
€ 353.750,00
2043
Ferrara
Basilica Cattedrale di S. Giorgio Martire
€ 1.800.000,00
2047
Ferrara
Palazzo Arcivescovile
€ 1.995.000,00
2070
Ferrara
Chiesa parrocchiale dell'Annunciazione di Maria Vergine
€ 375.000,00
2094
Ferrara
Chiesa parrocchiale di San Marco, Evangelista - chiesa con campanile
€ 246.250,00
2098
Ferrara
Chiesa parrocchiale di Sant'Agnese, Vergine e Martire - chiesa con campanile
€ 500.000,00
2105
Ferrara
Chiesa parrocchiale di San Filippo e Giacomo - chiesa con campanile
€ 1.500.000,00
2115
Ferrara
Chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista - chiesa con campanile
€ 1.950.000,00
5030
Ferrara
Chiesa parrocchiale di San Benedetto Abate - chiesa con campanile
€ 2.130.000,00
2077
Ferrara
Convento (Ex Chiostro) di S. Maria in Vado. Asilo Grillenzoni
€ 1.625.000,00
2132
Vigarano Mainarda
Chiesa parrocchiale dei SS. Pietro e Paolo - chiesa con campanile
€ 776.250,00
N. Ordine
Comune
Bene
Importo a Piano
2134
Vigarano Mainarda
Chiesa parrocchiale della Natività della Beata Vergine Maria - chiesa con campanile + canonica
€ 1.250.000,00
2129
Poggio Renatico
Chiesa parrocchiale di Santa Maria dei Boschi - Madonna Boschi
€ 421.435,86
La progettazione e la successiva autorizzazione dei progetti avrà bisogno di un tempo necessario, normato dalla legge, per consentire l'avvio dei lavori e la successiva riapertura dei luoghi di culto.
Questo Ufficio spera che queste precisazioni possano chiarire ulteriormente le dichiarazioni della conferenza stampa del 7 gennaio 2014.

Distinti saluti
L'Ufficio Diocesano per i Beni Culturali e l'Arte Sacra