NEWS

FESTA DELLA BEATA BEATRICE II D'ESTE E DEI SANTI ESTENSI

15/01/2018

MONASTERO DI SANT'ANTONIO IN POLESINE
Le monache benedettine del Monastero Sant’Antonio Abate (in via del Gambone, 15/a a Ferrara) sono liete di accogliere tutti coloro che verranno per partecipare alle sacre celebrazioni in onore della Beata Beatrice II d’Este e per venerarne le reliquie qui devotamente custodite. La comunità monastica tiene sempre viva davanti alla cara Beata la memoria di tutte le persone che a Lei si rivolgono per ottenere aiuto in ogni loro necessità. Scenda su tutti propizia la rugiada della grazia divina.
Questo il programma delle celebrazioni:
Triduo di preparazione predicato dal Rev.do don Luigi Spada s.d.b. nei giorni 15, 16 e 17 gennaio. Ore 17.30 S. Messa, segue breve funzione nella cappella della Beata.
Mercoledì 17 gennaio Solennità di Sant’Antonio Abate, titolare della Chiesa: ore 10.30 S. Messa, ore 16.45 Vespri cantati, ore 17.30 S. Messa.
Giovedì 18 gennaio Solennità della Beata Beatrice II, fondatrice del Monastero: ore 10.30 S. Messa, ore 16.45 Vespri cantati, ore 17.30 Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Gian Carlo Perego Arcivescovo di Ferrara-Comacchio.
È gradita la presenza dei sacerdoti alle celebrazioni liturgiche, possibilmente portando camice e stola. Monache benedettine Monastero Sant’Antonio in Polesine - Ferrara

CATTEDRALE
Domenica 21 gennaio alle ore 18 nella Cattedrale di Ferrara l’Arcivescovo Mons. Gian Carlo Perego celebrerà la S. Messa per i Santi di casa d’Este.
Queste le figure che verranno ricordate:
- Beata Beatrice I d’Este [Este o Calaone (PD) 1191/2 – Gemmola (PD) 1226]: Figlia di Azzo VI e Sofia dei Conti di Savoia, a Gemmola fondò una comunità benedettina. Papa Clemente XIII, nel 1763, ne approvò il culto con Messa e Ufficio proprio. Dal 1956 il suo corpo si venera nel Duomo di Este.
- Beata Beatrice III d’Este, regina d’Ungheria(Ferrara 1214 – Gemmola 1245/48): Figlia di Aldovrandino I e di una nobildonna dei Gontardi, nel 1234 andò sposa ad Andrea II d’Arpad re d’Ungheria. Ritiratasi nel monastero di Gemmola, ivi morì in odore di santità.
- San Contardo d’Este [Ferrara 1216 – Broni (PV) 1249]: Figlio di Aldovrandino I e di una nobildonna dei Gontardi, lasciò Ferrara nel 1249 diretto a Santiago de’ Compostela ma il suo pellegrinaggio si interruppe a Broni, nell’Oltrepò Pavese. Dal popolo dichiarato “santo subito” per i miracoli, nel 1610 Urbano VIII ne sanzionò il culto con Messa e Ufficio proprio. Patrono di Broni, compatrono di Modena, venerato in numerose località dell’Emilia, Liguria, Piemonte e Lombardia.
- Beata Beatrice II d’Este (Calaone o Ferrara 1226 – Ferrara 1262): Figlia di Azzo VII e Giovanna di Puglia e nipote della Beata Beatrice I, dal 1239 visse ininterrottamente nel monastero di Sant’Antonio in Polesine in Ferrara. Nel 1270 il Beato Alberto Pandoni, vescovo di Ferrara, ne approvò il culto e Clemente XIV lo ratificò nel 1774. Nel 1775, poi, Pio VI concesse la Messa e l’Ufficio proprio.